Ultima modifica: 8 Aprile 2019
> Senza categoria > TORNA L’APPUNTAMENTO CON LA GRANDE LETTERATURA RUSSA

TORNA L’APPUNTAMENTO CON LA GRANDE LETTERATURA RUSSA

Studenti del Matteucci partecipano al seminario di studi dedicato a Fëdor M.Dostoevskij

L’Istituto Matteucci ha da tempo intrapreso una proficua opera di collaborazione con l’accademica delle Scienze russa Tat’jana Kasatkina, una dei massimi esperti mondiali di Fēdor Michajlovič Dostoevskij e autrice di un metodo d’introduzione alla lettera consapevole dell’opera del grande scrittore e filosofo.
La collaborazione con la Prof.ssa Kasatkina nasce dall’iniziativa meritoria di alcune docenti di Lettere del nostro Istituto. In particolare, le docenti attraverso l’Associazione “Il mondo parla” e l’adesione ai relativi progetti didattici hanno portato avanti un percorso letterario altamente formativo, nel quale hanno coinvolto, nel corso degli ultimi anni, studenti dalle buone capacita letterarie e interessati ad approfondire lo studio della Grande Letteratura.
Quest’anno le docenti Anna Maria Gasperi e Daniela Tassinari hanno coinvolto nel Progetto ”Il mondo parla, ma noi sappiamo ascoltare?” le classi 2^A AFM, 3^A RIM e alcuni studenti della 4^ A RIM che hanno lavorato e prodotto elaborati in merito al racconto Le Notti Bianche di F.M. Dostoevskij.
Martedì 26 marzo si è tenuta a Modena, presso l’Aula Magna del Liceo classico “Muratori” la Conferenza, evento conclusivo del progetto.
Tra le dieci relazioni scelte dalla commissione di esperti e presentate da studenti provenienti da varie città e da vari ordini di scuole superiori, sono stati selezionati gli elaborati degli studenti del
Matteucci.
Due le relazioni che hanno meritato i l plauso degli esperti: “Tutti sognatori?”, a firma di Gjorga Fiona, alunna della II A AFM, e “L’incontro con Nasten’ka e un minuto di felicità”, relazione scritta da Giulia Galeotti, studentessa della III A RIM.
Le studentesse hanno sviluppato i temi del racconto Le Notti Bianche attraverso una lettura ermeneutica, scaturita dal lavoro svolto in classe dalle Prof.sse Gasperi e Tassinari.
Le docenti, infatti, hanno lavorato sul testo di Dostoevskij stimolando gli studenti all’ interpretazione critica dell’opera, invitandoli a ricercare, tra le pagine del racconto, le grandi questioni dell’esistenza e spingendoli a porsi le domande di Verità e Giustizia.
La Prof.ssa Kasatkina, dal canto suo, ha presenziato alla conferenza dialogando con gli studenti, contestualizzando il racconto e mettendo in luce gli aspetti che possono sfuggire ad una lettura superficiale ldell’opera di Dostoevskij: il carattere originale dei protagonisti, il sentimento dell’amore e dell’amicizia, il linguaggio poetico dell’incipit e dell’epilogo.
Grande interesse ha inoltre riscosso il dibattito circa la dicotomia tra sogno-fantasia e realtà. La diversa dimensione delle due entità è la chiave di lettura dello scontro emotivo in cui si dibatte il
giovane protagonista, non a caso chiamato Sognatore, legato da affettuosa relazione a Nasten’ka, una ragazza conosciuta per caso in una sera d’estate a San Pietroburgo. Per amore di Nasten’ka Sognatore sarà chiamato a fare una scelta di vita.




%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: