Ultima modifica: 19 Febbraio 2019
> Senza categoria > Stage on stage!

Stage on stage!

È iniziata l’Alternanza Scuola–Lavoro per gli studenti del Matteucci

Va in scena lo stage, ossia l’Alternanza Scuola-Lavoro, per gli studenti delle classi quarte del Matteucci.
Lo scopo dell’Alternanza è quello di portare la cultura d’impresa dentro gli istituti scolastici, affinché il raccordo tra scuola e mondo del lavoro possa dare una soluzione al problema strutturale della disoccupazione che attanaglia il sistema Paese. Soprattutto quella giovanile che, stando ai dati ISTAT di fine gennaio, e relativi a dicembre 2018, registra il preoccupante tasso del 31,9%.
L’ITE Matteucci ha messo in campo molte risorse per offrire agli studenti un ampio ventaglio di opportunità.
I nostri alunni, per un periodo di ben quattro settimane, ospitati da enti pubblici, imprese e studi professionali, faranno esperienza del lavoro e delle connesse implicazioni, a partire dall’acquisizione di tecniche e conoscenze, alla ricerca di soluzioni per problemi imprevisti, fino alla cura dei rapporti umani e alla capacità di gestirsi in autonomia e in equipe.
L’esperienza dell’alternanza è pertanto formativa sotto molteplici aspetti, in quanto consente l’acquisizione di competenze professionali e umane, le c.d. “soft skills”
Tra le numerose opportunità offerte dalla scuola quella più ambita è senza dubbio l’Alternanza Scuola-Lavoro all’estero.
Si tratta di un’esperienza altamente formativa, anche dal punto di vista umano, che richiede però ottimi livelli di profitto e attitudine per le lingue straniere: solo gli studenti che hanno conseguito la media più alta vengono selezionati per questo tirocinio formativo.
I docenti del Matteucci che organizzano i percorsi formativi all’estero hanno acquisito una buona esperienza. Il progetto, infatti, è ormai consolidato, tant’è il nostro Istituto può collocarsi tra le prime scuole in Romagna ad aver intrapreso una simile iniziativa.
Quest’anno sono partiti 31 alunni: 15 stanno effettuando lo stage a Madrid, in Spagna; 10 a La Valletta, Malta; 6 a Bourges, in Francia.
Tra gli enti ospitanti vi sono sia agenzie od uffici pubblici che imprese ed associazioni private.
Le mansioni in cui sono impegnati gli studenti sono di varia tipologia e in conformità alla natura dell’ente: front office e back office, accoglienza e assistenza clienti, promozione e vendita, ecc.
Le esperienze degli anni scorsi si sono rivelate particolarmente significative anche sotto il profilo umano. I ragazzi, che sono collocati presso famiglie del luogo, hanno imparano ad interagire in un
diverso contesto sociale e culturale.
Nel tempo libero dal lavoro gli studenti effettuano, sotto la guida dei docenti accompagnatori, visite ed escursioni in luoghi o siti d’arte.
Durante la permanenza all’estero, che si protrarrà per due settimane, i nostri studenti sono assistiti dai docenti di lingue straniere.
Il Prof. Fabio Silvestri, che è l’anima del Progetto Alternanza all’estero, assisterà per due settimane il gruppo degli alunni di spagnolo a Madrid, e verrà raggiunto nella seconda settimana dalla
Prof.ssa Corzani. Le Prof.sse Monica Pieri e Francesca Faedi si alterneranno a Bourges con il gruppo degli studenti di francese; mentre a Malta le Prof.sse Lucia Rienzo e Martina Murtas si
alterneranno per assistere, insieme alla docente Stefania Gabellini, in loco per due settimane, gli studenti di inglese.




%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: