Ultima modifica: 21 Dicembre 2018
> Senza categoria > “IO NON MI VOLTO”, GLI STUDENTI SCELGONO LA LEGALITA’

“IO NON MI VOLTO”, GLI STUDENTI SCELGONO LA LEGALITA’

Premiati dal Sindaco Drei gli alunni del Matteucci

Giovanni Falcone, eroe civile e simbolo della lotta contro la mafia, disse: “Chi tace e piega la testa muore ogni volta che lo fa, chi parla e cammina a testa alta muore una volta sola”.

In memoria di Giovanni Falcone, Paolo Borsellino e tutti gli uomini e le donne che hanno combattuto, spesso sacrificando la propria vita, per la Giustizia e la Legalità, il Comune di Forlì ha istituito l’Osservatorio sulla Legalità.

L’iniziativa, che vede la partecipazione dell’Università di Bologna, intende educare, informare e sensibilizzare i cittadini del nostro territorio al tema della Legalità, al fine di promuovere una cittadinanza responsabile.

A tal scopo, l’Osservatorio pianifica azioni culturali, preventive e di controllo.

Tra queste, il Concorso “Io non mi volto”, giunto quest’anno alla seconda edizione.

Promosso dall’Assessorato alla Legalità del Comune di Forlì e dall’Unità Progetto Giovani, in collaborazione con l’Ufficio Scolastico di Forlì-Cesena, il Concorso è stato bandito a favore degli studenti delle Scuole superiori.

Il Matteucci, che da sempre colloca al centro della sua azione educativa i temi della Legalità e della Cittadinanza attiva, ha aderito al Concorso con tre classi del biennio, 2C Afm, 1F Afm e 1B Tur, i cui alunni sono stati coinvolti in un percorso di sincera passione civile dalla Prof.ssa Isabella Leoni, tutor del progetto didattico.

Venerdì, 18 dicembre, il cammino formativo degli studenti del Matteucci è giunto a destinazione.

Nel corso della mattinata, infatti, si è tenuto presso il teatro Diego Fabbri l’evento “Rifiutopoli. Veleni e antidoti”.

Ebbene, nel corso della manifestazione il Sindaco Davide Drei e l’Assessore alla Legalità Maria Grazia Creta hanno premiato, quali vincitori del Concorso “Io non mi volto”, i nostri studenti che per merito dei propri elaborati si sono aggiudicati il primo posto (classe 2C Afm) e il secondo posto (1F Afm e 1B Tur).

La premiazione è stata preceduta da una conferenza-spettacolo incentrata sul ciclo illegale dei rifiuti cui hanno partecipato il giornalista Enrico Fontana, membro della segreteria nazionale di

Legambiente e direttore de “La Nuova Ecologia”, il referente di Libera, Franco Ronconi, e

Pippo Giordano, ex ispettore della DIA (Direzione Investigativa

Antimafia) di Palermo, protagonista della lotta a Cosa Nostra negli anni Ottanta.

Lo scopo della performance interattiva e multimediale è stato quello di illustrare e informare il pubblico sui traffici delle eco-mafie e promuovere buone pratiche di educazione ambientale attraverso piccoli gesti quotidiani.

L’artista Vito Baroncini ha accompagnato lo spettacolo, trasformando suoni e immagini con la sua lavagna luminosa, anch’essa frutto di un’operazione di riciclo creativo.




%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: