Ultima modifica: 18 Marzo 2019
> Senza categoria > Il “Matteucci” vola a Bourges

Il “Matteucci” vola a Bourges

ALTERNANZA SCUOLA LAVORO IN FRANCIA

10-23 febbraio 2019

Nel percorso scolastico offerto dal Nostro Istituto le esperienze di studio e lavoro  all’estero rappresentano certamente   una peculiarità  preziosa, che consente la sperimentazione di una didattica  innovativa ed adeguata alle esigenze della realtà attuale.

La creazione di relazioni internazionali, unita all’esercizio di un’attività di formazione-lavoro in Paesi stranieri, è strumento che agevola il futuro “viaggio” nel mondo dei Nostri alunni.

Il gruppo dei docenti di lingua francese Prof.sse  Francesca Faedi, Stefania Gavelli, Stefania Malacasa  e  Monica Pieri  hanno curato così  la realizzazione del progetto di alternanza scuola –lavoro in Francia .

Dal 10 al 23 febbraio 2019 un gruppo di alunni del triennio dell’ITE “Matteucci” si è recato a Bourges, nella regione Centro/Valle della Loira, capoluogo del  Berry, cittadina gemellata con Forlì, per svolgere due settimane di stage  (all’incirca 80 ore) presso aziende, come da normativa imposta dalla Legge 107.

Interlocutore principe nell’esecuzione del progetto è stato il Comune di Bourges, nella persona dell’Assessore alle Relazioni Europee e ai Gemellaggi , M. Eric Méseguer che si è incaricato di individuare le sedi di lavoro grazie all’aiuto prezioso di un organismo denominato “Femmes chef d’entreprise” – equivalente italiano dell’associazione che raccoglie le Donne Dirigenti d’azienda.

Ecco così aprirsi – fra gli altri – ad accogliere uno dei nostri studenti un’agenzia viaggi, un’agenzia di assicurazioni, l’ufficio turistico, il punto Europa, persino una torrefazione di caffè. Realtà produttive importanti per la città, che vanta una cattedrale gotica patrimonio dell’Unesco risalente al XIII ° secolo e al contempo imprese che coniugano entrambi i percorsi di studio seguiti dagli alunni partecipanti: relazioni internazionali marketing e turistico.  

E’ vivo l’interesse per la lingua italiana testimoniata dall’Association France Italie du Cher , che -in modo caloroso ed attento – ha ospitato alunni e professori a casa delle famiglie qui iscritte, facendo del gemellaggio – giunto al suo 30° anno – un’occasione vera e propria di condivisione della dimensione culturale, della promozione della pace e raccordo di salvaguardia del concetto di Europa tra la città di Forlì e la città di Bourges.

Colmata via pulman la distanza di 250 km. non poteva mancare una tappa a Parigi, affascinante più che mai in una soleggiata domenica di febbraio. I ragazzi si sono fatti sedurre dall’ambiance della capitale: intervallo festoso e alto fra la prima e la seconda settimana di lavoro.




%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: