Ultima modifica: 28 Novembre 2016
> Senza categoria > Gli studenti forlivesi a lezione di Riforma

Gli studenti forlivesi a lezione di Riforma

Il costituzionalista Belletti spiega la Legge Boschi

incontro-icaro

Io voto SÌ. Io voto NO.

A pochi giorni dalle consultazioni referendarie del 4 dicembre, il dibattito politico si fa sempre più acceso. La “febbre da referendum” sale in ogni ambito: TV, giornali, associazioni culturali e professionali, Twitter, ovunque si organizzano conferenze o dibattiti per comprendere le ragioni del SÌ e del NO.

La scuola non poteva sottrarsi ad un tema così importante ma ha fatto una scelta diversa: niente dibattiti accesi, niente scontro ideologico, bensì una riflessione pacata e tecnica sui contenuti della Riforma costituzionale.

In quest’ottica si inserisce la conferenza, tenuta questa mattina, presso la sala Icaro, in Piazzale della Vittoria, dal costituzionalista dell’ Ateneo bolognese, Prof. Michele Belletti, dal titolo “La Riforma costituzionale: un’analisi tecnica”.

L’evento, organizzato dall’Istituto tecnico Matteucci, ha visto la partecipazione degli studenti di tutte le classi quinte dello stesso Istituto, cui si sono aggiunte quattro classi del Liceo scientifico e due classi del Liceo Morgagni.

L’iniziativa, nata con l’intento puramente didattico di offrire agli studenti maggiorenni una chiave di lettura in merito agli aspetti più tecnici della Legge Boschi, ha riscosso grande attenzione ed interesse da parte degli alunni. Merito delle competenze e della maestria del Prof. Belletti che ha toccato i nodi più spinosi della Riforma, dalla fine del bicameralismo perfetto alle nuove funzioni del Senato; dalla cancellazione del CNEL e delle province alla  nuova disciplina del referendum abrogativo e dell’iniziativa di legge popolare; il tutto operando anche un raffronto con i sistemi politici di altri Paesi.

Troppo poco il tempo dedicato alle domande, tante erano le curiosità e le richieste di chiarimento.

Forse è esagerato dire che da oggi la Riforma della Costituzione non ha più segreti per gli studenti forlivesi, ma è certo che domenica 4 dicembre questi nostri giovani cittadini si recheranno alle urne con una consapevolezza maggiore.

incontro-icaro2

Lascia un commento

 




%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: