Ultima modifica: 14 Ottobre 2019
> Senza categoria > Aurelio Saffi tra Nazione e Umanità

Aurelio Saffi tra Nazione e Umanità

La partecipazione dei nostri studenti alla lectio magistralis del Prof. Balzani per celebrare l’illustre patriota forlivese

Le vicende del Risorgimento italiano hanno segnato il destino di molti forlivesi.
Achille Cantoni, Alessandro Fortis, Antonio Fratti, Giovita Lazzarini, Pietro Maroncelli, Carlo Matteucci, Aurelio Saffi sono i patrioti che hanno dedicato l’esistenza alla causa dell’Unità d’Italia.
Tra questi, Aurelio Saffi è senza dubbio la personalità più autorevole.
L’Amministrazione comunale ha organizzato per l’anno in corso una serie di eventi per celebrare il Bicentenario della nascita dell’eroe risorgimentale che nacque a Forlì il 13 ottobre del 1819.
Tra i tanti eventi programmati, visite guidate, mostre, conferenze e concerti, la pubblica cerimonia tenutasi sabato 12 ottobre presso il Salone comunale ha segnato l’apice del tributo a Saffi.
Erano presenti all’evento varie autorità, come il Presidente della Provincia, Gabriele Fratto, il Sindaco Gian Luca Zattini e l’Assessore alle attività educative, Paola Casara.
Ha destato interesse e gratitudine l’intervento della Sig.ra Sofia Boesch, discendente diretta di Aurelio Saffi, in quanto la madre, Elide Saffi, era nipote di Aurelio e Giorgina.

L’I.T.E. Matteucci, nella consapevolezza che la Scuola è parte essenziale della Comunità civile, ha voluto omaggiare l’Illustre forlivese presenziando alla cerimonia con gli alunni della classe 5^ A Rim, accompagnati dalle docenti Francesca Giorgi e Giulia Mercadante.
Momento centrale della cerimonia è stata la lectio magistralis del Prof. Roberto Balzani, dal titolo “Aurelio Saffi tra Nazione e Umanità”.
Lo storico ha ripercorso la figura del patriota, personificazione dell’amore prepotente alla Patria e alla Libertà, cogliendo gli spunti di originalità e contemporaneità del suo pensiero, i tratti del suo carattere e gli aspetti del suo rapporto con Giuseppe Mazzini.
In particolare il Prof. Balzani si è soffermato sull’idea di Nazione che per i grandi patrioti del Risorgimento è concepita come una tappa verso l’affratellamento universale.
L’ansia dei popoli che combattono per l’Unità nazionale è dunque una spinta verso la costruzione di Stati democratici, volti a realizzare la pacifica convivenza tra gli stessi popoli.
Il concetto che Nazione e Umanità siano non solo conciliabili ma compenetrabili è espresso anche nella Costituzione della Repubblica Romana del 1849, Repubblica della quale Saffi fu artefice e triunviro accanto a Mazzini ed Armellini. Recita infatti il IV Principio fondamentale di quella Costituzione : “La Repubblica riguarda tutti i popoli come fratelli; rispetta ogni nazionalità; propugna l’Italiana”.
La sincera adesione allo spirito di fratellanza tra i popoli porterà Saffi ad approfondire gli studi sulle Relazioni internazionali e a ricoprire il ruolo di docente di Diritto dei Trattati presso l’Università di Bologna. Egli arrivò a teorizzare la realizzazione di un consesso internazionale, una Società delle Nazioni ante litteram, in cui gli stati avrebbero potuto risolvere con il dialogo gli eventuali conflitti.
Balzani ha poi evidenziato la centralità dell’Educazione nel pensiero di Saffi e nella sua esperienza di vita. Egli infatti credeva che la spinta democratica verso l’Unità nazionale dovesse partire dal popolo attraverso un processo di educazione e consapevolezza.
Funzionali a tale processo erano, secondo la visione del Patriota, l’associazionismo e la promozione dei diritti delle donne. Anche in questo caso Saffi sperimentò in prima persona i suoi ideali, costituendo presso la villa di campagna di San Varano, una comunità sociale che rappresentò un importante esperimento di educazione dal basso.
La lezione del Prof. Balzani ha molto appassionato gli studenti che ne hanno compreso l’alto valore didattico e morale: un insegnamento da custodire in un momento storico in cui gli egoismi e i sovranismi minacciano la coesione sociale e la pace tra le Nazioni.




%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: