Ultima modifica: 29 Gennaio 2019
> Senza categoria > A LEZIONE di CREATIVITÀ e MANAGERIALITÀ

A LEZIONE di CREATIVITÀ e MANAGERIALITÀ

Gli studenti del Matteucci incontrano il manager Tommaso Becca del Gruppo CAMAC

Giovedì, 24 gennaio, il manager Tommaso Becca ha incontrato gli alunni delle classi seconde AFM  e una rappresentanza degli studenti delle seconde TUR.

Becca, Laurea in Economia e Gestione aziendale presso la prestigiosa Università LUISS, è un manager dai molteplici interessi ed esperienze.

È formatore e coach aziendale in Smart Governance, Organizzazione Aziendale, Digital Transformation, Open Innovation, ITC e Digital Marketing; inoltre ha ricoperto incarichi di project leader per società di servizi digitali e progetti aziendali di innovazione, nei settori Luxury e BBB (Buono – Bello – Ben fatto).

Attualmente, oltre ad essere membro del Comitato Innovazione Confindustria Emilia-Romagna, Becca è change designer ed executive partner presso CAMAC, gruppo cesenate leader in Italia nello sviluppo di brand in vari segmenti di mercato.

CAMAC, fondata a Cesena nel 1980, è una realtà imprenditoriale in forte espansione nei settori della moda, del design e dello spettacolo.

Il gruppo si compone di 10 unità produttive e oltre 300 persone che danno vita ad una produzione industriale “diffusa”, concentrata sull’asse della Via Emilia, in forte sinergia col territorio e caratterizzata da nodi di rete coordinati, ma autonomi.

Il gruppo CAMAC è un forte acceleratore di progetti creativi e nuovi business, tant’è che ha raddoppiato il volume d’affari ad ogni quinquennio.

Tommaso Becca ha illustrato agli studenti l’organizzazione e le attività del suo gruppo aziendale, ma soprattutto ha esplorato il complesso mondo dell’e-commerce e del digital marketing, trattando delle opportunità lavorative nella gestione delle piattaforme web e nell’utilizzo commerciale dei social network.

La conoscenza dell’informatica e della lingua inglese, costituiscono a giudizio, del manager, un passaporto indispensabile per affrontare il viaggio nel mondo del lavoro. Si tratta infatti di conoscenze universali spendibili in ogni Paese.

Al riguardo, ha proposto agli alunni la visione di un video, realizzato sotto la presidenza di Barack Obama e sponsorizzato dal Governo USA, che mostra autorevoli personalità dell’imprenditoria, dello sport e dello spettacolo e della cultura che narrano del loro rapporto con l’informatica e di come l’innovazione tecnologica abbia cambiato il loro modo di fare business, cultura, sport e intrattenimento.

Il video è stato diffuso dal governo statunitense con lo scopo di sollecitare i giovani con competenze informatiche a lavorare in questo specifico settore e dunque fronteggiare la carenza di lavoratori informatici di cui soffre il mercato USA.

Un altro video, che narrava momenti di vita di una ragazza, ingegnere  informatico impiegata in una azienda di una grande città, ha costituito spunto di riflessione per sottolineare il cambiamento apportato dall’informatica nelle tradizionali modalità operative: lavoro in equipe, locali open space, flessibilità oraria, creatività. Questi sono alcuni dei caratteri salienti del lavoro del futuro.

E se è vero che lo sviluppo della tecnologia e dell’informatica determina disoccupazione per lavoratori senza specifiche qualifiche, è anche vero che senza competenze informatiche non è possibile fare business in alcun settore.

Le informazioni e le riflessioni del Dott. Becca hanno suscitato l’interesse degli alunni che, forti delle conoscenze acquisite, potranno compiere scelte più consapevoli e mirate per il loro futuro formativo e lavorativo.

 




%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: